Valente S.r.l.
Via Torino, 30
22063 Cantù (CO) Italia
+39 031 79 12 56

Stiamo assumendo – Cercasi Saldatore e Verniciatore

Siamo alla ricerca di due figure professionali da inserire nel nostro team nella sede di Cantù. La prima figura è un Saldatore che si occuperà di lavorazioni di saldatura manuale a TIG tramite lettura disegno meccanico e controllo qualità delle saldature. Mentre la seconda è un Verniciatore.

Maggiori informazioni sulle posizioni lavorative qui di seguito:

VERNICIATORE METALLI – Il candidato o la candidata ideale avrà i seguenti requisiti:

  • Gradita la conoscenza nella lavorazione metalli e relative finiture
  • Esperienza nella verniciatura dei metalli per l’arredamento e l’architettura;
  • Esperienza nel lavare e pulire il pezzo
  • Esperienza nel preparare (miscelare) le vernici e caricare la pistola elettrostatica (a tazza, pennello o spray)
  • Esperienza nella preparazione dei pezzi per la verniciatura a seconda del tipo di finitura richiesta e del tipo di elemento da verniciare (tubolare/fusione/lastre ecc…)
  • Esperienza nel seguire la fase di essiccatura e nella verifica della finitura
  • Controllo qualità prima della fase di montaggio
  • Puntualità, precisione e pulizia nell’utilizzo delle attrezzature aziendali

SALDATORE  – Il candidato o la candidata ideale avrà i seguenti requisiti:

  • Capacità di saldatura a filo continuo
  • Capacità di saldatura a TIG-MIG
  • Conoscenza e lettura del disegno tecnico indispensabile
  • Puntualità, precisione e pulizia nell’utilizzo delle attrezzature aziendali
  • Precisione e attenzione ai dettagli;
  • Gradita la conoscenza nella lavorazione metalli ottone, ferro, rame e alluminio
  • Aver maturato precedente esperienza nella mansione, preferibilmente come saldatore per arredamento in metallo su misura;
  • Flessibilità ed affidabilità;
  • Disponibilità immediata;
  • Gradito il possesso del patentino per saldatore;

Se sei interessato o interessata contattaci tramite mail a info@valentecontract.com inserendo il tuo CV, oppure manda la tua candidatura direttamente nella sezione Lavoro sulla nostra pagina LinkedIn!

Valente Contract sarà presente a Edil Social Expo insieme a Atelier of Architecture

In occasione dell’edizione 2022 della fiera EDIL SOCIAL EXPO che si terrà a Roma dal 22 al 24 Settembre 2022, Valente Contract, insieme allo studio di architettura “Atelier of Architecture”, sarà presente e disponibile a mostrare finiture, lavorazioni e know how del mondo del metallo a tutto il settore delle costruzioni.

EDIL SOCIAL EXPO è “la prima esposizione di settore pensata per connettere direttamente in fiera le aziende produttrici, i più importanti studi di progettazione internazionali e buyer”. Scopri di più sul sito ufficiale.

Atelier of Architecture è lo studio di progettazione guidato dall’architetto e designer Gabriele Valentini. Lo studio ha sede in provincia di Bolzano e il sito web è raggiungibile a questo link.

Non esitare a contattarci se vuoi fissare un appuntamento o anche solo scambiare due chiacchiere davanti ad un caffè!

Valente Fabbrica Aperta @Fuorisalone 2022

In occasione del Salone del Mobile di Milano 2022, giunto alla sua 60° edizione; Valente Contract aprirà le sue porte dal 6 al 10 giugno per ospitare visitatori, clienti e interessati a scoprire il dietro le quinte della nostra fabbrica e delle nostre maestranze. Per scoprire una realtà che lavora il metallo per il design. 

Il tour della ditta avvicinerà i visitatori alla nostra cultura del metallo svelando superfici, lavorazioni, verniciature, campioni, lavori in progress e tutta la passione dei nostri artigiani e dei titolari.

Un’occasione per conoscerci e per comprendere al meglio tutto ciò che riguarda il metallo e le sue applicazioni al mondo dell’arredamento e del design. 

Come prenotare una visita e altre informazioni utili:

Giorni della Fabbrica aperta: da lunedì 06.06.2022 a venerdì 10.06.2022 (orari lavorativi) 

Metodo di iscrizione: su appuntamento contattando info@valentecontract.com o numero di telefono +39 031 791256

Come raggiungerci: Siamo in Via Torino 30, Cantù (clicca qui per il link di Google Maps).

Carlo Scarpa e i dettagli in metallo al Museo Castelvecchio

“Carlo Scarpa è il dettaglio.”

Inutile spendere parole sull’immensità artistica e progettuale di Carlo Scarpa. Uno dei maestri dell’architettura del novecento italiano e non solo. Non solo perché egli è indubbiamente e indiscutibilmente riconosciuto come tale in tutto il mondo. Dall’Europa, all’Asia e alle Americhe, fino al Giappone, terra che lo ha ospitato in più di un’occasione influenzando non poco la sua poetica progettuale. 

Un maestro dell’architettura che mai in vita fu architetto nell’ufficialità. Infatti solo nel 1978 ricevette una laurea ad honorem in architettura presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Riconoscimento che sfortunatamente non poté mai ritirare perché lo stesso anno morì in Giappone. 

In lungo e in largo le sue opere sono state studiate e insegnate. La bibliografia su Carlo Scarpa è veramente diffusa e approfondita. In ogni lingua e continente si possono trovare numerosi testi che ripercorrono alcuni suoi progetti come Casa Ottolenghi, Tomba Brion a San Vito d’Altivole, Museo di Castelvecchio a Verona, Padiglione del Venezuela a Venezia, Fondazione Querini Stampalia a Venezia, Galleria degli Uffizi a Firenze, Banca popolare di Verona, Negozio Olivetti a Venezia e così via.

Ciascuno un piccolo grande capolavoro in cui la composizione dell’insieme, unita alla cura maniacale per i dettagli, spesso in metallo, hanno contribuito a rendere riconoscibile e ammirabile ogni sua opera. 

A proposito dei dettagli in metallo, recentemente abbiamo visitato una delle sue opere più significative: il Museo Castelvecchio a Verona. Si tratta di un lavoro di restauro realizzato dal 1957 al 1975 all’interno della fortezza cittadina di Castelvecchio. Un museo distribuito su trenta sale e su più livelli che al suo interno ospita numerose opere d’arte come: scultura, pittura italiana e straniera, armi antiche, ceramiche, oreficerie, miniature e le antiche campane cittadine

Come qualsiasi architetto, designer o addetto ai lavori come noi di Valente Contract, rimaniamo estasiati ogni volta che osserviamo la cura e la precisione di ogni lavorazione – anche la più minima – che è stata pensata e realizzata dall’architetto. 

Dettagli in metallo Museo Castelvecchio

“Scarpa per tutta la sua vita è stato un architetto che prendeva ogni decisione tramite il disegno, più che tramite il progetto“, Peter Noever, direttore del Mak, durante una presentazione alla stampa di una mostra dedicata a Carlo Scarpa

Per ogni grande disegno e progetto, è però sempre necessario che questo venga sviluppato e realizzato da esperti artigiani. Nel caso dei dettagli in metallo, da esperti artigiani in grado di lavorare il metallo. 

Ad affiancare Carlo Scarpa in questo suo intervento ci fu Saverio Anfodillo, esperto artigiano specializzato nella lavorazione di legno e metalli in modo artigianale. 

Una figura, quella di Saverio Anfodillo, non sempre nota, ma alla quale Scarpa è stato legato professionalmente e in amicizia nell’esplorazione di soluzioni per i suoi progetti per oltre 30 anni. Un legame che venne messo in mostra proprio al Mak di Vienna in una mostra dedicata attraverso disegni, progetti e modelli – grazie all’acquisto da parte del museo dell’ampio archivio della falegnameria di Saverio Anfodillo.

L’opera di Scarpa è indissolubilmente influenzata dal lavoro artigiano. Probabilmente questo è uno degli aspetti che lo differenzia maggiormente dagli altri architetti della modernità e probabilmente è anche il motivo del suo apprezzamento universale. 

Ecco alcune fotografie e impressioni che abbiamo catturato nella nostra ultima visita.

Foto Copyright: Luca Onniboni

Scale in metallo per interni, occasioni progettuali

Quale altro materiale permette di poter immaginare e creare soluzioni creative uniche, originali ed estreme come il metallo? Probabilmente nessun’altro se mettiamo a sistema anche altri fattori come fattibilità, costi e sicurezza

L’aspetto delle potenzialità creative del metallo sembra manifestarsi in tutta la sua pienezza quando si parla di scale in metallo. 

Come vediamo nell’immagine di copertina, oppure qui di seguito in alcuni esempi tratti dalla nostra ben più folta bacheca di Pinterest “Metal Stairs“, le tipologie, nonchè le dimensioni, le forme o gli spazi, possono stravolgersi totalmente da un caso all’altro. Semplicemente adattandosi al luogo, o creando esse stesse una nuova tipologia di spazio. 

Spessori minimi, ingombri della struttura ridotti all’essenziale – talmente essenziale che a volte suscitano anche del timore queste strutture. Leggerezza visiva e spaziale. 

Come qualsiasi altro elemento, le scale in metallo possono essere progettate a partire da zero da architetti e designer. Esse possono svolgere solo la loro funzione di collegamento verticale, oppure possono arricchire l’ambiente e offrire anche nuovi spunti spaziali; utili soprattutto nei piccoli appartamenti. 

Nelle abitazioni, così come negli uffici o nei luoghi pubblici, le scale non sono affatto un elemento secondario. Anzi, talvolta assumono un ruolo centrale nell’esperienza del visitatore. Comunicano lo spirito o l’anima dell’azienda e offrono il materializzarsi della visione dei proprietari che proprio così le hanno concepite e volute. 

Si può dire che le scale sono un’occasione progettuale. Un’occasione da immaginare e da far realizzare ad artigiani esperti del metallo come noi di Valente Contract per esempio. Perchè una scala in metallo non si limita appunto alla sua funzione, ma può essere arricchita, e arricchire chi la osserva e gli ambienti in cui essa è collocata, tramite la scelta dei materiali, dei colori, delle lavorazioni e degli accostamenti. Per esempio può essere associata con una parete in metallo, oppure essere un elemento minimal verniciato di un colore in linea con la palette del vostro appartamento. 

Ecco qui di seguito alcuni esempi. Ne potrai trovare molti di più all’interno della nostra bacheca pinterest sulle scale in metallo

Se hai bisogno di realizzare una scala in metallo che hai progettato, o anche solo che hai in mente, puoi benissimo contare sull’esperienza nella lavorazione dei metalli di Valente Contract. Potremo affiancarti sin dalla fase di ingegnerizzazione, fino alla fase dell’installazione. Contattaci se vuoi saperne di più.

Foto Copyright: riportata nella bacheca pinterest di riferimento.

Ottone brunito e ottone lucido per il design

Tra i diversi materiali per l’interior design e le finiture metalliche, l’ottone è probabilmente il metallo storicamente più iconico ed utilizzato nell’arredamento. Sia come finitura superficiale, sia come elemento singolo. 

Parte della sua “fortuna” è sicuramente dovuta al fatto che è un metallo abbastanza resistente alla corrosione – grazie agli ossidi che forma e che poi lo preservarno e lo caratterizzano a livello cromatico. 
Ricordiamo che l’ottone è una lega costituita prevalentemente da rame e zinco, il quale può essere lavorato superficialmente per restituire numerose e accattivanti variabili che spaziano dal brunito, al lucido, al satinato, al patinato o allo stracciato.

Un angolo della ditta a Cantù della Valente Contract.

Le sue caratteristiche lo rendono quindi un materiale versatile e adatto ad ogni tipo di personalizzazione. Un materiale che, come altri metalli, può essere facilmente saldato, ed essere quindi coniugato per rispondere ad ogni esigenza di progetto che lo riguarda. 

Le sue caratteristiche, soprattutto quando viene lavorato superficialmente, sono pressoché uniche. Uniche nel senso che l’artigianalità dei processi e le condizioni al contorno, fanno sì che le superfici dell’ottone siano di volta in volta diverse le une dalle altre. Ciascuna con le proprie variazioni cromatiche. Queste differenze non sono affatto dei difetti, ma anzi sono proprio le peculiarità di questo tipo di materiale.

In questo post andremo a parlare principalmente di due tipi di lavorazione dell’ottone: l’ottone brunito, detto anche bronzato, e l’ottone lucido. 

Ma visto che abbiamo citato l’effetto bronzato, che deriva da un altro metallo che è il bronzo, vediamo prima quali sono le differenze tra questo e l’ottone. 

Che differenza c’è tra bronzo e ottone? Essenzialmente si tratta di due leghe diverse. Il bronzo è formato da rame e stagno, mentre l’ottone è formato da rame e zinco. A livello cromatico il bronzo ha un colore sensibilmente più scuro dell’ottone – e mentre il primo è stato ampiamente utilizzato nel corso della storia, il secondo è invece quello più sfruttato ai giorni nostri.

L’ottone brunito o bronzato

ottone bronzato
Una composizione di alcune finiture di ottone bronzato presenti nel catalogo di Valente Contract

Tra i principali e più apprezzati trattamenti dell’ottone per l’architettura e il design c’è sicuramente l’ottone brunito o bronzato. 

La brunitura (talvolta detta anche bronzatura o metallocromia[1]) è la colorazione superficiale di un metallo praticata con vari metodi ed avente lo scopo di fornire una protezione contro l’ossidazione oltre che di migliorarne l’aspetto.

Wikipedia 

L’ottone brunito o bronzato è quindi creato utilizzando un processo di invecchiamento della superficie del metallo. Ovvero un’ossidazione volutamente eseguita la quale prevede una reazione chimica superficiale in grado di conferirne l’aspetto finale dopo pochi minuti di trattamento. 

Si tratta di un processo che può essere gestito in modo da rendere il colore finale più o meno intenso, a seconda della richiesta del cliente. 

Una volta raggiunta la colorazione e l’effetto superficiale desidarato viene poi applicato un protettivo trasparente, è necessario fare questo ulteriore passaggio poiché la brunitura non non sigilla perfettamente il materiale – che difatti rimane una “superficie viva”, come si suol dire in questi casi. 

Un ulteriore effetto che può essere applicato all’ottone brunito, così come ad altri metalli, è l’’effetto spazzolato. Tale lavorazione, ottenuta tramite vari processi di satinatura mono o bidirezionali, produce sul metallo una finitura materica quasi pettinata.

Ottone Lucido

Ottone lucido
Ottone lucido. Immagine dal catalogo di Valente Contract

L’ottone lucido è invece frutto di una lavorazione artigianale che lucida meccanicamente – mediante l’uso di carte abrasive a diversa grana, spugne abrasive, e paste lucidanti –  la superficie del metallo. Al fine di confirne un’elevata lucentezza. 

In questo caso la qualità della superficie è sempre curata nel minimo dettaglio. Il nostro team di artigiani del metallo per esempio, effettua numerosi controlli per garantire un effetto finale in linea con standard qualitativi prefissati. Anche in questo caso la finitura viene successivamente  protetta con un opportuno trasparente. 

La manutenzione e la pulizia dell’ottone

Sebbene queste finiture sono da intendersi sia per applicazioni indoor che outdoor. Nel caso che l’ottone brunito o lucido vengano applicati esternamente, alla lunga potrebbero verificarsi causali variazioni cromatiche dovute agli agenti atmosferici. Soprattutto se eventuali residui di acqua o altri liquidi vengono spesso lasciati ad asciugare. 

Per la pulizia dell’ottone brunito o dell’ottone lucido, così come pertutti gli altri tipi di ottone, si consiglia di utilizzare semplicemente un panno morbido antigraffio leggermente inumido e poi asciugare successivamente con un panno asciutto. In generale non è mai opportuno utilizzare detergenti aggressivi, acetone, solventi o alcool.


Se sei alla ricerca di altri metalli o lavorazioni del metallo non esitare a contattarci o a visitare la nostra pagina dedicata alle superfici metalliche e alle diverse lavorazioni artigianali che realizziamo internamente.

Librerie in metallo: tipologie, vantaggi ed esempi

Le librerie in metallo hanno un fascino tutto loro. Un fascino che va oltre la matericità, i colori o le texture metalliche (e non solo) a cui possono dar vita. È un fascino che riguarda anche le forme e le dimensioni. In generale riguarda tutta la flessibilità che il metallo può garantire a questo elemento architettonico; grazie soprattutto alla grande resistenza meccanica che assicura. 

Grazie alle sue proprietà infatti, il metallo può essere impiegato in spessori molto più contenuti rispetto al legno per esempio – il materiale più covnenzionale per le librerie. Con spessori più contenuti si possono quindi creare oggetti ancora più minimal, mettendo così ancora più in risalto i libri. I veri protagonisti di ogni libreria. 

Non solo la snellezza. Una libreria in metallo, se progettata con cura da artigiani esperti come quelli del team di Valente, può anche assumere forme e dimensioni personalizzate; capaci di adattarsi ad ogni superficie e spazio. 

Queste possono essere sospese, possono essere curvilinee o lineari, bifacciali o anche autoportanti. Pur sempre mantenendo dimensioni compatte ed un alto indicie di bellezza. Le possibilità, come non ci stancheremo mai di dire, sono innnumerevoli quando si progetta con il metallo. 

Che tipi superfici metalliche si utilizzano per le librerie in metallo?

Come vediamo in questo screenshot di Archiproducts, che raccoglie alcune tra le principali librerie in metallo prodotte in serie, capiamo che esse possono essere realizzate con metalli diversi e che questi possono essere ulteriormente accostati con altri materiali.

Le infinite possibilità creative delle librerie in metallo. Screenshot via Archiproducts.

Ad ogni modo, per questioni di economicità, praticità e funzionalità tecnico-estetica, i principali metalli utilizzati sono acciaio, ferro e alluminio. Questi possono essere verniciati oppure no, così come essere trattati superficialmente oppure no. Più raramento possono esserci delle decorazioni aggiuntive con altri tipi di metalli come il rame e l’ottone. Spesso utilizzati in questi casi come decorazione puntali. 

Come materiali di accostamento invece sono il legno e il metallo ad essere quelli più utilizzati. Si tratta ovviamente di materiali spesso utilizzati nell’interior design e che quindi possono essere qui applicati per richiamare lo stile di altri elementi d’arredo. 

Gli stili e le tipologie delle librerie in metallo

Che sia acciaio, ferro, alluminio o un altro metallo, le librerie in metallo possono coniugarsi in diverse tipologie e diversi stili. Esse possono essere in stile industriale, vintage, minimal o essenziale. Lo spazio per la creatività è davvero infinito. 

Negli showroom del design o facendo delle brevi ricerche su internet è possibile trovare numerosi esempi di librerie in metallo che spaziano dalle più convenzionali a quelle più particolari. 

Qui di seguito è proprio su questo secondo insieme che ci concentriamo, andando a raccogliere una serie di elementi che spiccano per la loro unicità e caratterizzazione. Alternativamente, se preferisci uno stile più classico, nel senso convenzionale del termine, puoi sempre far riferimento alle varie citazione della nostra board Pinterest dedicata “Metal Bookcases”.

Un esempio di libreria che non serve a molto in termini di avere uno spazio dove conservare numerosi libri, ma che a qualcuno potrebbe sicuramente interessare.


Una libreria pieghevole del tutto singolare, ma che può essere dislocata facilmente in una stanza come se fosse un qualsiasi separé.


Sempre a proposito di elementi spaziali, ecco un altro esempio di libreria puntuale.


Le librerie in metallo possono assumere qualsiasi forma e, data la loro stabilità strutturale, possono essere degli elementi spaziali, in questo caso ad arco, anche da porre al centro di una stanza.


Qualcosa di più di una libreria forse in questo caso.


Un sistema modulare fatto a blocchi in grado di plasmare persino stanze all’interno della stanza


Una libreria minimal che sulla parete diventa un segno grafico.


AE infine una libreria su misura che asseconda l’andamento curvilineo della parete sulla quale è installata


Questi riferimenti si riferiscono a librerie molto particolari; tuttavia, come dicevamo, progettare librerie in metallo può anche restituire elementi molto più convenzionali. A prescindere dalle preferenze e dal risultato finale, in ogni caso queste librerie portano con se tutti i vantaggi degli arredamenti in metallo.

Se hai in mente di realizzare una libreria in metallo, sia che sia un pezzo unico su misura, sia nel caso di una possibile produzione in serie, puoi contattarci in qualsiasi momento per richiedere informazioni. La nostra realtà di artigiani del metallo da oltre 40 anni è specializzata nelle lavorazioni del metallo per il design e l’architettura e può aiutarti in ogni fase del processo. Dal concept all’installazione. 

Dalla foto di copertina, la libreria in rame dell’Adi Design Museum di Milano.

Arredi su misura con mobili in metallo

Gli arredi su misura sono una tendenza da sempre presente nel mondo dell’interior design – una tendenza che vede spesso e volentieri l’utilizzo dei mobili in metallo come elemento caratterizzante del progetto. È proprio su questo tema, quello dei mobili in metallo, che ci concentreremo maggiormente in questo articolo. Un po’ perchè è il nostro lavoro e la nostra passione, e un po’ perchè progettare con questo splendido materiale assicura tra l’altro tutta una serie di vantaggi.

Immagine di ​​Bruno Figueiredo via Unsplash

Se le condizioni al contorno lo permettono, arredare su misura può portare sicuramente a progetti dal design unico e ad alto impatto visivo. Pensiamo alle librerie a tutta altezza, a mobili d’angolo o ad altre soluzioni che calzano perfettamente nell’interior design di uno spazio.

Quale che sia la motivazione e il punto di partenza, che sia un piccolo appartamento in cui è necessario salvare spazio, che sia un ambiente retail che deve essere caratterizzato in linea con il brand, che siano gli interni di un’abitazione di alto profilo o ancora arte e sculture che di per sé nascono uniche e originali – l’arredamento su misura si deve interfacciare con materiali e finiture. Andando a comporsi ed interagire con le loro caratteristiche e potenzialità.

Uno di questi materiali è sicuramente il metallo in tutte le sue forme. Molto utilizzato anche nell’arredamento. Sia per prodotti o elementi in serie, sia per realizzazioni più particolari.

Arredare con mobili in metallo non significa però adottare solamente il più classico stile industriale, ma significa spaziare in molteplici utilizzi che si adattano ad ogni esigenza, ad ogni linguaggio e ad ogni palette di colori. Basta osservare le numerosissime superfici metalliche o pensare alla verniciatura.

Un dettaglio di un elemento in metallo durante una lavorazione nella ditta di Valente Contract

Arredamento con mobili e complementi in metallo

Se pensiamo all’arredo su misura e a questo affianchiamo le infinite possibilità che derivano dalla lavorazione del metallo per il design, allora capiamo che questo connubio può portare a realizzazioni in grado di adattarsi ad ogni tipo di progetto. 

Il metallo è un materiale che si adatta facilmente ad ogni tipo di accostamento. Anche con materiali diversi. Per esempio è perfetto da inserire o prevedere in ambienti con mobili in legno – anche in caso di mobili vintage o in stile retrò. 

Tale accostamento può infatti portare a piacevolissime palette di colori, le quali possono comunque essere create ad hoc attraverso la verniciatura, oppure attraverso l’utilizzo di superfici come l’ottone, sia brunito, sia lucido, oppure il rame. Entrambe colorazioni che si sposano perfettamente con diversi tipi di legno. Dalle essenze più chiare a quelle più scure. 

Allo stesso modo anche la pietra si sposa felicemente con i metalli. A seconda dei gusti abbiamo quindi un ulteriore accostamento che può tornare utile in numerose occasioni. Sia negli interni che negli esterni. 

E così via con tutti gli altri principali materiali dell’interior designer.

A proposito di esterni, l’arredo su misura e aziende come Valente Contract possono essere di grande aiuto anche per arredare gli spazi esterni con tavoli e sedie in ferro battuto per esempio. Ma non solo; pensiamo anche alle ringhiere per balconi, ai cancelli, alle inferriate, ai corrimano etc. Anche tutti questi singoli elementi possono essere personalizzati e realizzati su misura per impreziosire l’esperienza degli utenti. 

Immagine di Pawel Czerwinski via unsplash

Come realizzare arredi su misura in metallo

I vantaggi dell’arredamento su misura sono quindi ben noti, e spesso non è tanto l’indecisione sui vantaggi a bloccare le nostre intenzioni, quanto piuttosto il non sapere a chi rivolgersi, il come farlo, e sopratutto cosa comporta in termini di tempo e di costi. 

Esistono però numerose aziende e professionisti come Valente Contract che possono affiancare architetti, designer, ma anche committenti privati, nell’ideazione e realizzazione di progetti più o meno complessi che riguardano l’arredo su misura di case, negozi, alberghi o qualsiasi altro progetto di interior. 

Il nostro approccio prevede l’affiancamento del cliente in ogni fase. Siamo in grado di ingegnerizzare un concept appena abbozzato – andando ad affrontare tutti i dettagli del caso – ma anche di realizzare alla perfezione un progetto esecutivo così come è stato concepito dal suo progettista. 

Gli steps sono quelli essenziali per questo tipo di interventi. A partire dall’idea o dai disegni si discute la fattibilità, si definiscono costi e tempi – e qui entra in gioco il nostro team che è in grado di ottimizzare entrambi questi aspetti in favore del cliente – e poi si procede nelle fasi di prototipazione e realizzazione dei vari elementi. A seguire avverranno poi tutte le eventuali finiture superficiali. 

Se  hai quindi in mente di realizzare un arredo su misura con mobili in metallo non esitare a contare su di noi. 

Valente Contract è da oltre 40 anni nel mondo della lavorazione dei metalli per l’arredamento e il design. Amiamo il nostro lavoro e “ogni nuova sfida progettuale è per noi un nuovo stimolo” per continuare a migliorarci e offrire prodotti sempre al massimo della qualità ed efficienza. Contattaci o visita i nostri canali social!

“Il metallo al servizio del Design”, l’intervista a Vincenzo Valente

Con estremo piacere condividiamo parte di questa intervista che gli amici del magazine Objects. hanno recentemente pubblicato. Una testimonianza autentica e piacevole del nostro titolare Vincenzo Valente – nella foto di copertina nelle sue due anime, una produttiva e una manageriale – che si lascia andare rivelando storia, emozioni e altri aneddoti sull’azienda Valente Contract

Una lunga intervista che racconta di noi e della nostra passione per la lavorazione del metallo. 

Buona lettura!

Vincenzo e Luciano Valente
Vincenzo (a sinistra) e Luciano Valente

Come e quando nasce Valente Contract?

Tutto è iniziato dall’apprendistato fatto da giovanissimi – poi la vita, la passione e la voglia di metterci in proprio insieme ai miei fratelli ha fatto tutto il resto. La prima grande svolta avvenne negli anni novanta, quando ci trasferimmo in un nuovo capannone e poi in un altro ancora. All’epoca ci sembravano immensi, ma poi negli anni arrivarono sempre più lavori e al contempo cresceva anche la loro complessità. Così siamo cresciuti andando di pari passo a fornire prodotti sempre più completi e sempre più su misura. Concentrandoci non più sui numeri, ma ragionando sul singolo pezzo e sulla richiesta specifica di architetti e designer che di volta in volta si affidavano a noi. 

Un processo di crescita continua che ha visto affinare negli anni tecniche e capacità produttive quindi…

Si esattamente! Siamo diventati “artigiani di qualità” se vogliamo metterla così, ci siamo spostati sempre di più sul pezzo fatto su misura. Negli anni sempre più architetti sono venuti a trovarci chiedendoci di realizzare prototipi, prodotti o altri elementi. Abbiamo cominciato a realizzare lavori sempre più precisi. In questo ci ha aiutato moltissimo la nostra scuola di incastri, fresature e tutte quelle lavorazioni che non è semplice trovare in un classico fabbro.

Lavorate solo su commissione o avete anche una vostra produzione?

In passato ci sono state delle nostre produzioni, soprattutto nei letti, ma per la maggior parte abbiamo lavorato sempre per conto terzi. Talvolta anche in questi casi con delle vere e proprie produzioni. Ultimamente però la tendenza del mercato e della nostra realtà è quella di orientarsi maggiormente sul design su misura commissionato direttamente dai progettisti. 

Hai notato una maggiore attenzione alla sostenibilità da parte degli architetti o dei committenti in generale?

Credo proprio di sì, parlando di finiture nell’ultimo periodo sto notando un po’ di “diffidenza” per così dire verso le galvaniche – rispetto alle verniciature. Questo perchè dal punto di vista ambientale rischiano di essere più impattanti. Non credo che sia sempre vero perchè ormai tutte le aziende sono iper controllate; tuttavia la verniciatura sta prendendo sempre di più il sopravvento proprio perchè sembra che riesca a rispondere meglio alle esigenze di sostenibilità.  

A prescindere da questa tendenza in atto o meno, noi da sempre collaboriamo solo con aziende certificate che rispettano l’ambiente e il personale. Per noi questo è un aspetto imprescindibile.  

Hai dei metalli o delle superfici che preferisci o che proponi spesso ai tuoi clienti?

In quanto a colori è veramente difficile proporre a due clienti la stessa materia. Soprattutto se provengono da culture diverse o hanno storie progettuali differenti. Ogni cliente ha le sue esigenze e preferenze, bisogna capirli, assecondarli e qualche volta indirizzarli certo. Fortunatamente non abbiamo mai problemi ad adeguarci alle richieste perchè facciamo tutto! (ride) 

Cosa significa il vostro motto “Cultura del Metallo”?

Cultura è una bellissima parola. Ci piace pensare che la nostra azienda si è distinta nel corso degli anni mettendo insieme tutte quelle nozioni e capacità che si possono acquisire solo attraverso la pratica, la sperimentazione e l’esperienza. Tutto questo forma un certo modo di pensare e di agire che tende sempre di più al ben fatto – al bello. Questa può essere definita “cultura”. Nel nostro caso tuttavia non è solo il saper fare; è anche il saper elaborare tale conoscenza per poter poi rispondere al meglio alle situazioni e alle circostanze a cui andiamo incontro di volta in volta. 

Nel vostro lavoro servono artigiani esperti, quando impiegate a formare le nuove figure nel vostro team?

Questo è un tasto veramente dolente perché ultimamente non ce ne sono più di artigiani come potrei essere io – che ho impiegato cinquant’anni per imparare. Non è una presunzione la mia, è che queste cose sono veramente difficili e ci vogliono anni per farle proprie. Non è una cosa che uno arriva e in un giorno ha imparato tutto.

S’impara “soltanto con il tempo e rubando con gli occhi” si dice in questi casi. Osservando gli anziani, gli esperti. 

Nel vostro about leggo “La versatilità e la capacità di prototipazione sono tra i nostri principali punti di forza“, quanto sono importanti questi aspetti?

La “Sala dei Campioni” di Valente Contract

Continua a leggere l’intervista completa su objectsmag.it!

I materiali dell’interior designer

Quali sono i materiali con cui un interior designer può arredare gli spazi e creare ambienti unici e confortevoli per i propri clienti? Quanto influiscono i materiali sulla percezione dell’architettura?

In questo post cercheremo di rispondere a queste domande e fornire una pratica guida contenente una panoramica su quelli che sono i materiali dell’interior designer. 

Non solo le forme quindi, ma anche e soprattutto colori e materiali. Questi sono gli elementi che contribuiscono a plasmare gli ambienti e come noi ci relazioniamo con essi. 

Architetti e designer hanno a disposizione la loro tecnica, la loro creatività e tutta una serie di possibilità materico-cromatiche che possono accostare, contrapporre, mischiare etc. Al fine di arrivare al risultato che più è in linea con lo scopo del progetto. 

Tale fine è il benessere dell’abitare e in generale il far sentire bene chi vivrà quegli spazi quotidianamente. Ad entrare in gioco ci sono numerosissimi fattori che solo un buon progettista può mettere a sistema grazie alla sua visione d’insieme. 

Spesso però ci si dimentica dell’importanza dei materiali che verranno scelti. Tuttavia essi influenzeranno l’atmosfera e persino l’effettivo uso degli spazi. Per questo è fondamentale avere le idee chiare sin dalle prime fasi di progetto. 

A prescindere da quali saranno le esigenze principali dell’interior designer o del cliente, un materiale può essere scelto o non scelto in funzione di diverse caratteristiche, alcune prettamente utilitaristiche. Per esempio può essere necessario tenere in considerazione i costi, ma anche la reperibilità nel breve termine, la facilità nella posa, la facilità di manutenzione – oppure altri aspetti più intangibili come l’impatto ambientale, il colore o le eventuali texture superficiali. 

Di certo non è un lavoro semplice quello dell’interior designer. Ma anche questo è il bello. E se anche il progetto dovesse diventare troppo complesso o i rapporti tra fornitori, installatori, progettisti e logistica diventassero impossibili da gestire per un singolo professionista; puoi sempre far affidamento ad una azienda contract come Valente per esempio. Grazie alla nostra esperienza nella gestione dei progetti in tutte le fasi del processo siamo in grado di affiancare clienti e progettisti in ogni tipologia di intervento.

Tipologie di materiali nell’interior design

Come ben puoi immaginare, esistono diverse tipologie di materiali nel campo dell’arredamento – ciascuna di esse ha poi al suo interno altre numerossisime varianti. In questo mondo immenso di possibilità ci sono in ogni caso dei macro sistemi che possono essere inquadrati e che corrispondono essenzialmente ai principali materiali. Qui di seguito una piccola panoramica.

Pietra Naturale

Superficie di marmo, foto di Madison Bracaglia

La pietra è uno di quei materiali che per primi sono stati ampiamenti utilizzati nell’architettura. La pietra offre un’ampia varietà di tipologie – basta pensare ai marmi, ai graniti e anche alla stessa pietra naturale. In tutti questi casi le texture e i colori sono unici e molto vari. La stessa superficie può essere ruvida, liscia o una via di mezzo. 

La pietra è un ottimo materiale da utilizzare nell’interior design. Essa è utilizzabile sostanzialmente in tutti gli ambienti della casa. Dal soggiorno fino alla cucina e anche alle pareti del bagno. 

Legno

Materiali Interior Design

Un altro materiale ampiamente utilizzato fin dall’antichità è il legno. Anch’esso può essere utilizzato per molteplici scopi e per diversi ambienti. Inoltre, può essere applicato come rivestimento di pareti verticali o per i pavimenti. Quest’ultimo è il suo utilizzo più comune nei progetti di arredo, ma ovviamente è ampiamente sfruttato anche nel design del prodotto e dei mobili. 

Gres porcellanato e altre ceramiche

Un esempio dell’utilizzo del Gres Porcellanato come soluzione a pavimento e rivestimento, immagine di Caesar

Il gres porcellanato è un rivestimento in ceramica che sta riscontrando moltissima fortuna per la sua versatilità e affidabilità in edilizia. 

Tra le caratteristiche principali del gres c’è infatti la sua “capacità” di imitare quasi alla perfezione moltissimi materiali più costosi e delicati come il marmo, il parquet o le resine. Senza dubbio una tra le principali tendenze nel campo dei materiali da ristrutturazione degli ultimi anni.

Le altre tipologie di ceramiche più classiche, sono invece spessisimo utilizzate come rivestimento delle pareti, ma anche a pavimento. Spesso arricchite da disegni, pattern e colori. Talvolta tagliate e posate in forme diverse o con giaciture diverse. 

Metallo

Materiali Interior Design
Un’immagine con alcune delle superifici metalliche che è possibile utilizzare in architettura e design.

Il metallo ha una storia relativamente più recente se consideriamo suo rapporto con l’interior design. Esso infatti è attualmente in un trend ancora in crescita se parliamo del suo utilizzo come materiale da rivestimento o come materiale progettuale vero e proprio per interni. Pensiamo per esempio alle pareti in metallo, ma anche alle sculture o a tutte le altre applicazioni possibili di questo materiale nell’architettura e nel design.

Il metallo da usare nell’arredamente porta con sé anche molti vantaggi, tra cui la durabilità, la facilità di pulizia e manutenzione e un impatto estetico che, proprio per la sua unicità rispetto agli altri materiali, è difficile trovare altrove. 

Tra i metalli più utilizzati nell’interior design ci sono sicuramenete l’ottone, il rame, il bronzo, ma anche l’acciaio e il ferro corten. Seguono poi diversi altri metalli e finiture che sempre più spesso vengono utilizzati negli interni. Se vuoi farti un’idea visita questa pagina

Aziende come la nostra, Valente Contract, sono in grado di fornire ad architetti e designer tutta l’assistenza necessaria sia nella fase di progettazione, compresa la prototipazione, sia nella fase di realizzazione, verniciatura e posa in opera . Non esitare a contattarci se hai bisogno di prodotti in metallo o di finiture metalliche. 

In ogni caso puoi comunque farti un’idea in modo indipendente su quelle che sono le possibilità materiche andando a visitare la nostra libreria delle superfici metalliche

Resine

Materiali Interior Design
Fotografia di interni, con superfici in resina, di Inside Weather via unsplash

Le resine sono materiali prevalentemente sintetici la cui origine è da ricercare inizialmente nel campo industriale. Negli anni hanno poi preso piede anche nell’ambito delle ristrutturazioni e dell’interior design. La loro principale peculiarità è la versatilità, così come l’uniformità d’effetto che consente di non avere fughe. 

Le resine si possono usare per pavimenti o pareti e anche in questo caso la superficie può essere trattata in modi diversi e in colori diversi. 

Carte da parati e tessuti

Materiali Interior Design
Un esempio di applicazione della carta da parati di Glamora

Le carte da parati, così come i tessuti, vengono utilizzate sempre più spesso per arredare spazi e arricchire gli ambienti. Che siano classiche o eleganti, che riprendano motivi astratti, naturali o pattern grafici, questa tipologia di materiale è in grado di impreziosire gli ambienti rendendoli più caldi e accoglienti. In questi casi, il dovere del progettista sarà comunuque quello di saper affiancare questi elementi con il giusto arredo e con altri materiali di questa lista. 

Speriamo che questo post sui materiali dell’interior designer ti sia stato utile per darti un’idea di massima. Se hai bisogno di esperti artigiani del metallo perchè vuoi utilizzare questo meraviglioso materiale in uno dei tuoi prossimi progetti o prodotti non esitare a contattarci. Il nostro team è sempre pronto a risponderti.